1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Latte ovicaprino

Homepage > Lattiero caseari » Latte e derivati ovicaprini » News e report » Ultime dal settore » 2013 » Bilancio 2012 per il settore ovino da latte

Contenuto della pagina

Latte e derivati ovicaprini - Ultime dal settore

Bilancio 2012 per il settore ovino da latte

Roma, 26 febbraio 2013

Nel complesso il 2012 Ŕ stato un anno di ripresa per il Pecorino, in netto contrasto con quanto verificatosi per il settore lattiero caseario complessivamente considerato, il cui mercato all'origine ha fortemente risentito del calo dei prezzi dei formaggi grana a denominazione. In particolare, il buon andamento delle esportazioni dei formaggi pecorini, in atto dalla seconda metÓ del 2011, ha significativamente influenzato al rialzo le quotazioni del Romano destinato al mercato estero - che rappresenta circa il 60% del prodotto nazionale - con un aumento del 7,8% rispetto ad un anno fa. Ne Ŕ conseguito un riflesso positivo anche sul prezzo del latte ovino, in particolare in Sardegna dove la parte preponderante della produzione di Pecorino Ŕ avviata all'export.
Nel 2012, in base ai dati provvisori relativi al mese novembre, le esportazioni di formaggio pecorino sono complessivamente aumentate del 9,7% in volume, merito della ripresa delle vendite negli USA (+6,2%) ma anche della crescita che sta interessando alcune destinazioni comunitarie (Germania in primis con una variazione positiva di oltre il 30%).
Ma non Ŕ tutto oro ci˛ che luccica. Se infatti i prezzi medi dei principali formaggi ovini sono aumentatati rispetto allo scorso anno, il 2012 ha fatto registrare un incremento anche dei costi di produzione degli allevamenti ovini (+4% in base all'indice Ismea dei prezzi dei mezzi correnti di produzione) in confronto ad un 2011 che aveva giÓ fatto segnare un +9%. I mangimi hanno rappresentato una delle voci che ha inciso significativamente sull'andamento dei costi aziendali, con un incremento medio annuale pari al +6,5%, insieme ai prezzi dei prodotti energetici (+10,6% rispetto al 2011).

 

Prezzi medi all'origine del Pecorino Romano destinato all'export

 
 

Ultime dal settore