1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. Home
  2. Contattaci
  3. StampaStampa

Menu di Sezione

Contenuto della pagina

Esperienze estere di Vendita Diretta

Greenmarket

Descrizione ed elementi salienti

Greenmarket è un'organizzazione "no-profit" che nasce alla fine degli anni '70 da un programma del Council of the Environment of New York City (CENYC) nella quale sono gli stessi produttori a vendere quanto da loro prodotto. La mission su cui si fonda e gli obiettivi che persegue sono duplici: da un lato rendere indipendenti tutti i piccoli produttori, dall'altro rendere accessibile a tutte le comunità di New York, soprattutto quelle meno abbienti, cibo sano, genuino e fresco.

Agli inizi, nel 1976, quest'esperienza partì con 12 produttori nel cuore di Manhattan. Oggi Greenmarket si presenta con un network di 54 farmers market in continua crescita che copre tutto il territorio della città con un potenziale di consumatori che arriva a sfiorare gli 8 milioni.

Greenmarket ha un organico di 40 dipendenti di cui una metà lavora full-time, mentre i restanti sono stagionali e lavorano nei periodi più convulsi e frenetici. In tali periodi definiti di alta stagione, sono organizzati e coordinati 66 mercati in oltre 49 location sparse in tutta New York, e più di un terzo operano anche durante la stagione invernale. Questi dati esprimono la buona situazione finanziaria dell'associazione che guadagna sui canoni di affitto di locazioni e sui margini generati dalle transazioni finanziarie e beneficia anche di piccoli sussidi e donazioni private, nonché altre attività spot di collaborazione.

Gli spazi scelti per l'allestimento dei farmers market sono tanti e diversi: un parco pubblico, una strada, un capolinea di mezzi pubblici, proprietà private; questo per coprire più zone possibili e raggiungere un sempre più elevato numero di consumatori. Greenmarket lo si può trovare sia nei quartieri esclusivi come in quelli più marginali.

Ogni volta che l'associazione vuole aprire un nuovo mercato, deve raccogliere il consenso alla comunità locale creando subito buone relazioni "con i vicini".

Come premesso, Greenmarket si dedica al sostegno dei Newyorkesi meno abbienti e lo fa investendo gran parte delle risorse nell'implementazione dell'EBT (electronic benefits transfer). I più importanti 14 Greenmarket dipendono per il 60-85% in media da sussidi alimentari previsti in programmi di aiuti governativi come WIC (the special supplement nutrition program for Women, Infants and Children) il programma di nutrizione dedicato a donne e bambini e lo SNAP (Supplement Nutrition Assistance Program; conosciuto anche come "Food Stamp") che coinvolge anche anziani con reddito limitato. Gli aiuti prevedono la messa a disposizione di coupon spendibili nei farmer's market più vicini alla propria residenza per l'acquisto di beni alimentari.

L'associazione opera anche in progetti ausiliari sviluppati dalla Città di New York. Ad esempio partecipa al progetto di sviluppo rurale che prevede la formazione e l'assistenza per i produttori immigrati e ogni anno realizza corsi sull'educazione alimentare agli alunni delle scuole.

Queste collaborazioni nascono sostanzialmente da relazioni sempre più salde con le istituzioni locali quali scuole ed ospedali e il network che ne deriva crea consapevolezza e promuove la crescita della domanda di prodotti alimentari locali.

Sul fronte dei produttori, la grande maggioranza dei 190 venditori è stata coinvolta e "reclutati" grazie al passa parola. Per entrare nel programma comunque tutte le domande dei produttori vengono esaminate affinché rispettino determinati criteri di selezione.

In verità, le regole di accesso sono molto semplici: le aziende devono trovarsi ad una determinata distanza dalla città, per quelle a nord si parla di 250 miglia, 120 per quelle a sud e 170 per quelle ad est ed ovest; devono vendere solo ciò che viene direttamente prodotto da loro; nello stand di vendita deve esserci qualcuno coinvolto anche nel processo produttivo, e che lo presidia almeno per il 25% del tempo.

L'applicazione di queste regole basilari è controllata da un programma d'ispezione. Una volta entrati nel programma, Greenmarket fa il possibile per sostenere i venditori, aiutandoli anche nella scelta del miglior sito per la vendita in base al genere dei loro prodotti.

La semplicità e la chiarezza di gestione del Greenmarket fanno sì che il suo format sia assolutamente replicabile in altre realtà urbane e metropolitane. Inoltre, il finanziamento interno derivante dai fee dei venditori consente di programmare ogni anno una crescita su obiettivi prestabiliti e su disponibilità economiche ben precise e concrete, a differenza di associazioni che dipendono da finanziamenti esterni.

 
 

Localizzazione e riferimenti

Sito ufficiale:  http://www.cenyc.org/greenmarket

GrowNYC 51 Chambers Street, Room 228 New York, New York 10007