1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Carne suina e salumi

Homepage > Carni » Carne suina e salumi » News e report » Report mercati CUN

Contenuto della pagina

Suini - Report mercati CUN

Il report viene aggiornato settimanalmente ed è destinato agli operatori della CUN suini
  1. Torna ad inizio pagina
  2. Indici prezzi e costi
  3. Prezzi nazionali ed esteri
  4. Prezzi al consumo e acquisti
  5. Scambi con l'estero
  6. Scarica il file excel
 

Aggiornamento alla settimana n. 49, dal 3 al 9 dicembre 2018

Suini - Cruscotto degli indicatori

 
prezzi origine
prezzi ingrosso
prezzi al consumo
prezzi al consumo
indice prezzi
indice costi
domanda Q
domanda Q
export Q
export V
periodo
sett. 22/2018*
sett. 22/2018*
ott-18
ott-18
nov-18
ott-18
ott-18
ott-18
gen-ago 2018
gen-set 2018
prodotto
suini (156-176 Kg)
lombo senza costato
Parma Dop
carni suine fresche
suini macello
mangimi
carni suine fresche
prosciutto Parma
prosc. disoss.
prosc. disoss.
valore
1,37
2,95
25,46
6,74
112,1
99,2
157.104
7.812
63.426
540.831
udm
euro/kg
euro/kg
euro/kg
euro/kg
indice
indice
t
t
t
000 euro
var.% congiunturale
1,5
3,5
-2,3
0,3
0,0
0,2
-
-
-
-
var.% tendenziale
-14,2
9,3
0,6
2,3
-19,8
1,0
-1,6
-6,2
1,6
0,7
 
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

nota: i prezzi sono espressi in euro/kg; gli indici dei prezzi e gli indici dei costi sono in base 2010=100
* per effetto dell'articolo 7 dei Decreti Direttoriali Cun n. 29709 (suinetti) - 29710 (suini) - 29712 (tagli) del 19.04.2018, sono sospese le autonome rilevazioni nelle borse merci, sale di contrattazione e commissioni prezzi

 

INDICI ISMEA

L'indice Ismea dei prezzi alla produzione dei suini da macello (2010=100) nel mese di novembre 2018, conferma la tendenza negativa, rispetto allo stesso periodo del 2017, passando da -19,9% dello scorso mese a -19,8% di quello attuale. Anche il dato congiunturale conferma l'andamento del mese precedente. Per quanto riguarda il dato congiunturale dei suini d'allevamento, questo recupera terreno rispetto al mese di ottobre 2018 passando da -4,1% a -3%, mentre rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, si assiste ad una riduzione della tendenza negativa, si passa infatti da -22,8% a -21,5%.

Nel mese di ottobre 2018, l'indice Ismea dei costi degli animali da allevamento, diminuisce la tendenza negativa sia del dato congiunturale, che passa da -8,9%, a -4,8%, sia quella del dato tendenziale, che passa da -18,3% a -17,2%. Per quel che riguarda il dato totale, si conferma l'entità della perdita rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (-5,5%). Il dato congiunturale invece, diminuisce la sua tendenza negativa passando da -3,4% a -1,5%. I prezzi di acquisto dei capi di allevamento, subiscono un aumento del trend negativo rispetto allo stesso periodo del 2017, passando da -8% a -12,6%, mentre rispetto al mese precedente, questo andamento subisce un ridimensionamento, si passa infatti da -8,7% a -5,6%. Sul fronte dei prodotti energetici, rispetto al mese di settembre 2018 non si registrano variazioni, mentre rispetto allo stesso periodo del 2017, abbiamo una netta inversione di tendenza (da +22,7% a -3,6%). La voce della mangimistica subisce un cambio di tendenza passando da -0,7% del mese passato a +0,2 di quello attuale. Rispetto allo stesso mese del 2017 invece, si conferma l'andamento del periodo precedente (+1%).


 
FusionCharts
FusionCharts
 
 
Torna ad inizio pagina.

 

PREZZI

mercato estero

FusionCharts
FusionCharts
 
 

mercato nazionale

FusionCharts
 
FusionCharts
Torna ad inizio pagina.

 

PREZZI MEDI AL CONSUMO E ACQUISTI DOMESTICI

Nell'ultimo periodo di riferimento (dalla 1ª alla 44ª settimana), gli acquisti domestici di carni suine, confermano la tendenza dello scorso mese di settembre, aumentando leggermente la tendenza negativa che passa da -0,8% a -1,6%, perde ancora terreno il valore che passa da +1,3% a +0,6%. I salumi confermano sostanzialmente i valori delle due variabili considerate (-0,8% in quantità e +0,3% in valore). Nell'ultima quadrisettimana disponibile, che va dal 8 ottobre al 4 novembre 2018, il prezzo medio al consumo della carne fresca è risultato pari a 6,74 euro/kg, in leggero aumento rispetto alla quadrisettimana precedente (+0,3%), coś come la sua tendenza positiva rispetto allo stesso periodo del 2017 (da +0,1% a +2,3%). Per quanto riguarda il prosciutto crudo di Parma, il prezzo medio al consumo è di 25,46 euro/kg, in calo sia rispetto alla quadrisettimana precedente (-2,3%), che rispetto alla stessa quadrisettimana dell'anno precedente (da +1,1% a +0,6%).

 
 
 
 

Acquisti domestici di carni suine fresche e salumi - periodo cumulato

Periodo cumulato dal 1° gennaio al 4 novembre 2018
 
Quantità (t)
var.%
- Carni fresche
-1,6%
- Totale salumi
-0,8%
- - prosciutto crudo Parma Dop
-6,2%
- - prosciutto crudo San Daniele Dop
-7,7%
Valore (000 €)
 
- Carni fresche
0,6%
- Totale salumi
0,3%
- - prosciutto crudo Parma Dop
-3,4%
- - prosciutto crudo San Daniele Dop
-3,5%

Nota: nel 2017 la serie storica quadrisettimanale delle banche dati CPS è stata rivista da Nielsen.
Fonte: elaborazioni Ismea su dati Nielsen, Consumer Panel Service

 
 
Torna ad inizio pagina.

 

SCAMBI CON L'ESTERO

Export. Nel mese di settembre 2018 le esportazioni di carni fresche, conserve stagionate, preparazioni, salumi e insaccati, continuano a decrescere, su base annua, sia in quantità che in valore, invertendo peṛ la tendenza dello scorso mese di settembre, aumenta infatti la tendenza negativa delle due variabili. Nello specifico abbiamo che le quantità passano da -7,5% a -7,7%, mentre il valore passa da -1,8% dello scorso mese a -2,8% di quello attuale. Nel nono mese del 2018, si assiste ad una modifica dell'entità dell'andamento delle variabili considerate, mentre rimangono pressoché invariate le tendenze delle quantità e del valore alle esportazioni. Nello specifico abbiamo che: la categoria delle "carni suine totali" passa da -19,6% a -19,7% in quantità e da -22,2% a -23% in valore; le "conserve suine stagionate", diminuiscono la tendenza positiva sia delle quantità, passando da +5,6% a +4,9% che del valore che passa da +2,3% a +1%; i "prosciutti con osso", passano da +69,7% a +79,3% in quantità e da +15,5% a +17% in valore; i "prosciutti disossati, speck e culatello" passano da +2,8% a +1,6% in quantità, e da +2,1% a +0,7% in valore; i "salumi e insaccati", passano, in quantità, da +2,1% a +2,2%, mentre in valore passano da +3% a +2,9%; la "mortadella, wurstel, ecc." rimane costante sia in quantità (+2,3%) e sia in valore (+2,8%); le "salsicce e salumi stagionati", passano da +2,2% a +2,5% in quantità e da +4% a +3,7% in valore. Infine abbiamo la categoria delle "preparazioni" che aumentano la tendenza negativa delle quantità (da -9,5% a -11%) mentre il valore subisce un'inversione di rotta passando da un valore positivo (+0,4%) ad uno negativo (-1,3%).
Per quel che riguarda i prezzi all'export, anche qui rispetto al periodo precedente non vi sono grosse differenze. Nello specifico abbiamo che la sottocategoria dei "prosciutti con osso stagionati", aumentano la tendenza negativa, passando da -31,9% a -34,8%, coś come la sottocategoria dei "prosciutti disossati speck e culatello" che passano da -0,7% a -0,9%. La sottocategoria delle "salsicce e salami stagionati" diminuiscono la tendenza positiva passando da +1,7% a +1,1%, Infine abbiamo la sottocategoria della "mortadella, wurstel, ecc." che conferma l'andamento del mese precedente (+0,5%). 

Import. Il dato generale delle importazioni di carni suine, conserve stagionate, preparazioni, salumi e insaccati, nel mese di settembre 2018, subisce una diminuzione della tendenza positiva delle quantità, passando da +6,3% a +4,9%, mentre per il valore si assiste ad un aumento della tendenza negativa che passa da -7,9% a -8,7%. Le categorie di prodotti che subiscono variazioni significative sono: le "carni suine totali", che diminuiscono la tendenza positiva delle quantità, dove si passa da +7% a +5,5%, allo stesso modo, aumenta quella negativa del valore che passa da -7,8% a -8,5%. Le "carni suine fresche e refrigerate", passano da +6% a +4,6% in quantità e da -8,9% a -9,4% in valore; i "prosciutti freschi", passano da +8% a +6,4% in quantità e da -9,6% a -10,1% in valore; le "carni suine congelate" passano da +20,1% a +17,5% in quantità e da +7,3% a +4,3% in valore. Infine troviamo la categoria dei "suini vivi", che passa da -0,5% a -0,1% in quantità e da -15,2% a -15% in valore.
Per quanto concerne i prezzi all'import, questi mantengono tutti il segno negativo, ma con una leggera diminuzione di tale tendenza per due delle tre categorie considerate. Infatti, la categoria delle "carni suine fresche e refrigerate" passa da -14% a -13,4%, mentre quella dei "prosciutti freschi" passa da -16,3% a -15,5%, ed infine la categoria dei suini vivi, che è l'unica che aumenta, seppur di poco, la tendenza negativa, infatti passa da -14,8% a -14,9%.

Export di carni/preparazioni

 
gen-set 2017
 
gen-set 2018
 
var. 2018/17
 
 
q (t)
v (000 €)
q (t)
v (000 €)
q
v
tot. export
292.968
1.296.095
270.347
1.260.114
-7,7%
-2,8%
Carni suine tot.
70.825
147.867
56.900
113.889
-19,7%
-23,0%
Conserve s. stag.
70.801
586.319
74.280
592.355
4,9%
1,0%
- prosciutti con osso
3.247
15.623
5.823
18.271
79,3%
17,0%
- pr. disossati, speck, culat.
62.408
536.956
63.426
540.831
1,6%
0,7%
Salumi e insaccati
44.440
323.500
45.425
332.782
2,2%
2,9%
- mortadella, wurstel, ..
23.529
96.671
24.071
99.399
2,3%
2,8%
- salsicce e salami st.
20.691
223.046
21.216
231.307
2,5%
3,7%
Preparazioni
26.141
143.028
23.275
141.141
-11,0%
-1,3%
 

Import di carni/preparazioni

 
gen-set 2017
 
gen-set 2018
 
var. 2018/17
 
 
q (t)
v (000 €)
q (t)
v (000 €)
q
v
tot. import
862.281
1.710.779
904.902
1.561.827
4,9%
-8,7%
Carni suine tot.
743.561
1.443.074
784.465
1.319.792
5,5%
-8,5%
- Carni s. fr. e refrig.
691.918
1.350.594
723.768
1.223.362
4,6%
-9,4%
- - prosciutti freschi
409.914
748.645
436.078
672.752
6,4%
-10,1%
- Carni suine congelate
51.643
92.480
60.697
96.430
17,5%
4,3%
Suini vivi
34.026
80.789
33.997
68.707
-0,1%
-15,0%
 

Prezzo medio all'import/export (€/kg)

 
gen -set 2017
 
gen-set 2018
 
var. 2018/17
 
 
import
export
import
export
import
export
Carni s. fresche e refr.
1,95
-
1,69
-
-13,4%
-
- prosciutti freschi
1,83
-
1,54
-
-15,5%
-
- - prosciutti con osso st.
-
4,81
-
3,14
-
-34,8%
- - pr. disossati, speck, culat.
-
8,60
-
8,53
-
-0,9%
- mortadella, wurstel, ..
-
4,11
-
4,13
-
0,5%
- salsicce e salami stag.
-
10,78
-
10,90
-
1,1%
Suini vivi
2,37
-
2,02
-
-14,9%
-
Torna ad inizio pagina.

 
Torna ad inizio pagina.

Ismea - Area Mercati
Servizio di rilevazione dei prezzi certificato qualità UNI EN ISO 9001

contattaci