1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Latte e derivati bovini

Homepage > Lattiero caseari » Latte e derivati bovini » News e report » Ultime dal settore » 2014 » Dinamiche produttive dei principali formaggi Dop - primo quadrimestre 2014

Contenuto della pagina

Latte e derivati bovini - Ultime dal settore

Dinamiche produttive dei principali formaggi Dop - primo quadrimestre 2014

20/05/2014 - Il mese di aprile ha visto andamenti differenti tra le principali produzioni DOP nazionali.

Agli incrementi significativi di Grana Padano (+4,7% rispetto allo stesso mese del 2013) e Gorgonzola (+17,4%) si sono contrapposte la flessione dell' Asiago (-7,4% per il prodotto fresco) e la stabilitÓ del Parmigiano Reggiano.

In dettaglio, per il Grana Padano la crescita produttiva si conferma per il quarto mese consecutivo e, in base ai dati diffusi dal Consorzio di Tutela, le forme complessivamente prodotte nel periodo gennaio-aprile dell'annata casearia in corso sono pari a 1.830.645, ovvero il 3% in pi¨ rispetto allo stesso periodo del 2013. Per quanto riguarda il Gorgonzola, l'incremento produttivo dei primi quattro mesi del 2014, ha sfiorato il +12%, grazie alla maggiore offerta realizzata sia dai caseifici del Piemonte (+21,5% rispetto al primo quadrimestre 2013) sia da quelli della Lombardia (+8,8%).

Per il Parmigiano Reggiano i primi quattro mesi del 2014 hanno confermato la fase di stabilizzazione iniziata nella seconda metÓ dello scorso anno. In particolare, nelle varie province del comprensorio, la crescita da parte dei caseifici delle provincie di Bologna (+3,5%), Reggio Emilia (+1,7%) e Modena (+1,8%) Ŕ stata compensata dalla flessione della produzione rilevata a Parma (-3,2%) e nel mantovano (-4,0%).
Per l'Asiago Ŕ proseguito anche in questa prima frazione d'anno il trend produttivo negativo della scorsa annata, coinvolgendo in maniera esclusiva il prodotto fresco che rappresenta per˛ oltre l'80% dell'offerta complessiva. Dall'inizio dell'anno il numero di forme prodotte si Ŕ attestato a 457.490 (-7% rispetto al primo quadrimestre 2013) per il formaggi fresco e a 101.443 per quello stagionato (+21,8%).

 

Ultime dal settore