1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Latte ovicaprino

Homepage > Lattiero caseari » Latte e derivati ovicaprini » News e report » Ultime dal settore » 2014 » Torna il segno negativo sulle vendite all'estero di formaggio pecorino nel mese di agosto

Contenuto della pagina

Latte e derivati ovicaprini - Ultime dal settore

Torna il segno negativo sulle vendite all'estero di formaggio pecorino nel mese di agosto

Roma, 19 novembre 2014

Considerando i dati cumulati da inizio anno, le esportazioni sono calate dello 0,9% attestandosi sul livello di 10.184 tonnellate. Nonostante la buona performance sul mercato "a stelle e strisce" (+8,5% in volume) - gli Stati Uniti rappresentano ancora lo sbocco principale della produzione nazionale di pecorino - in questa prima frazione d'anno sono state le destinazioni comunitarie a cedere il passo. A calare sono stati soprattutto gli invii verso la Germania (-11,5% in volume) e la Francia (-6,0% in volume), facendo perdere complessivamente al mercato comunitario quasi 8 punti percentuali in volume.
 
Ma i prezzi alti continuano a sostenere il fatturato all'estero: nel periodo gennaio-agosto, infatti, le esportazioni di pecorino italiano hanno fruttato 83 milioni di euro, in aumento di oltre il 12% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

Export italiano di pecorini per area di destinazione

Nota: codice doganale04069063 Pecorino/Fiore Sardo
Fonte: ISMEA su dati ISTAT

 

Export italiano di pecorini (1) per paese di destinazione



gennaio-agosto
2013
2014
var.% 14/13
Export tot.
10.279
10.184
-0,9%
- Stati Uniti
5.642
6.123
8,5%
- Germania
1.053
932
-11,5%
- Francia
731
687
-6,0%
- Regno Unito
425
417
-1,8%
- Canada
339
252
-25,9%
- Altri paesi
945
945
0,0%

(1) codice doganale 04069063 Pecorino/Fiore Sardo
Fonte: ISMEA su dati ISTAT

 

Ultime dal settore