1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Latte e derivati bovini

Homepage > Lattiero caseari » Latte e derivati bovini » News e report » Tendenze » n.2/2016

Contenuto della pagina

Tendenze - Lattiero caseario

n.2/2016 - Luglio 2016

Tendenze e dinamiche recenti

Il mercato continentale delle commodity lattiero casearie ha cominciato a mostrare i primi segnali di ripresa a partire dal mese di maggio e nei listini di alcuni dei principali prodotti nazionali sono timidamente apparse variazioni positive (vedi BOX n. 1 - Il mercato comunitario di riferimento).
Considerando i primi sei mesi del 2016, tuttavia, le quotazioni di latte e derivati evidenziano mediamente una flessione attestatasi al 5,1% (rispetto al periodo gennaio-giugno 2015), come evidenziato dall'andamento dell'indice Ismea dei prezzi all'origine (base 2010). La dinamica calante Ŕ stata prevalentemente determinata dai prezzi alla stalla del latte (indice -8% nei primi sei mesi), attualmente liquidato sotto i 32 centesimi per litro in assenza di un nuovo accordo condiviso a livello locale tra le organizzazioni professionali agricole e l'industria di trasformazione, dopo la scadenza di febbraio 2016 (che stabiliva un prezzo di 36 centesimi di euro al litro al quale si aggiungeva 1 centesimo di euro al litro garantito dall'utilizzazione da parte del MIPAAF dei fondi straordinari stanziati dall'Unione Europea per far fronte alla crisi del latte).

 
 

Ultimi rapporti pubblicati