1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Carne bovina

Homepage > Carni » Carne bovina » News e report » Tendenze » 2016 » n.3/2016

Contenuto della pagina

Tendenze - Bovino da carne

n.3/2016 - Novembre 2016

Tendenze e dinamiche recenti

Prosegue la flessione, nei primi nove mesi del 2016, dei consumi domestici di carni bovine.
Secondo i dati rilevati con l'indagine "Consumer Panel" di Nielsen, dopo un 2015 chiuso con cali di oltre 6 punti percentuali sia in termini di spesa che di volume, anche il 2016 sembra calcare la scia con un cedimento del 4,8% dei volumi di carni bovine fresche acquistate delle famiglie, corrispondente ad una contrazione del 6,8% della spesa, vale a dire che si Ŕ comprato meno, ma anche a minor prezzo, ossia che in molti casi ci si Ŕ rivolti al prodotto in promozione, a tagli meno pregiati, a canali di vendita orientati al risparmio; segno quindi che a guidare la scelta- nella gran parte dei casi- non Ŕ stato solo il salutismo o l'etica sociale, piuttosto una maggiore propensione al risparmio o una situazione familiare economica indigente.
Lo conferma anche un'indagine del Censis pubblicata ad ottobre, sulla "dieta degli italiani e le disuguaglianze sociali a tavola": lo stato di povertÓ raggiunto da parte della popolazione Ŕ causa del netto taglio della spesa cui le famiglie meno abbienti sono state costrette.
La carne, alimento tra i pi¨ ricchi di nutrienti Ŕ anche tra i pi¨ costosi, quindi il primo a farne le spese. L'indagine sostiene che nell'ultimo anno sono oltre 16 milioni gli italiani che dichiarano di aver ridotto il consumo di carne rispetto all'anno precedente.

 
 

Ultimi rapporti pubblicati