1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Latte e derivati bovini

Homepage > Report » Acquisti domestici » 2017 » Report consumi di latte 2012-2016: negli ultimi 5 anni calo del 7%

Contenuto della pagina

Latte e derivati bovini - Ultime dal settore

Report consumi di latte 2012-2016: negli ultimi 5 anni calo del 7%

7 luglio 2017

Il carrello della spesa degli italiani continua a modificarsi rapidamente evidenziando nuove tendenze in grado di trasformare anche tradizioni radicate come la colazione mattutina e il conseguente consumo di latte. Negli ultimi cinque anni, infatti, nel carrello della spesa delle famiglie italiane Ŕ entrato il 7% in meno di latte alimentare. Il calo ha riguardato in misura preponderante il latte fresco (-15% in quantitÓ tra il 2016 e il 2012), mentre il latte a lunga conservazione Ŕ riuscito a limitare le perdite (-3,2% in quantitÓ). In controtendenza gli acquisti di latte alta digeribilitÓ (senza lattosio), aumentati del 47% nel quinquennio.

La flessione maggiore degli acquisti di latte si registra nelle famiglie con un reddito pi¨ alto (-15,8%), non Ŕ, quindi, il fattore economico a influenzare gli acquisti di latte che sembrano, invece, pi¨ legati all'affermarsi di nuovi modelli alimentari. A consumare meno latte, infatti, sono soprattutto le famiglie con responsabile d'acquisto pi¨ giovane (under 35) pi¨ inclini a nuovi stili di vita e a sperimentare percorsi alimentari alternativi.

Nel quinquennio considerato, si Ŕ diffuso tra le famiglie italiane il consumo di bevande alternative a base vegetale che, alla luce della recente sentenza della Corte di Giustizia Ue, non potranno pi¨ essere chiamate "latte". Se le basi vegetali per la produzione si sono moltiplicate - riso, mandorla, ecc. - tra le prime e pi¨ diffuse ci sono le bevande a base di soia che, sempre nel periodo 2012-2016, hanno fatto registrare un aumento degli acquisti del 108%. Da un lato, la banca dati ISMEA-Nielsen, evidenzia un raddoppio del numero di famiglie acquirenti, dall'altro lato, nei punti vendita si Ŕ registrato il significativo ampliamento della gamma e delle referenze offerte a scaffale.

 
 

Ultime dal settore