Osservatorio imprenditorialità giovanile in agricoltura

Strumenti comunitari

La Politica Agricola Comune (PAC) rappresenta l'insieme delle regole attraverso le quali l'Unione Europea governa in maniera coordinata l'agricoltura nei diversi Stati Membri. Con la PAC, l'Unione Europea ha riconosciuto al comparto agricolo un'assoluta centralità, perseguendo uno sviluppo equo e stabile dei Paesi membri. I Programmi di Sviluppo Rurale della Regioni e delle Province autonome italiane costituiscono i principali strumenti di finanziamento per il settore agricolo, agro-industriale e forestale e per lo sviluppo rurale. Di seguito si trovano alcuni documenti che riassumono e analizzano gli strumenti e le risorse finanziarie comunitarie a disposizione dei giovani imprenditori agricoli, ma anche dei riferimenti a informazioni e servizi utili per approfondire le misure specifiche dei Programmi, dedicate all'insediamento dei giovani agricoltori.

 

Strumenti comunitari per l'imprenditorialità giovanile in agricoltura

 

Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020 approvati

 

Banca dati dei bandi PSR regionali

 

Agrosemplice: trova lo strumento più adatto alle tue esigenze

AgroSemplice è il nuovo servizio di Rete Rurale Nazionale che supporta le imprese agricole e agroalimentari nella ricerca delle agevolazioni più idonee a sostenere i propri progetti di investimento. Un percorso di orientamento che accompagna gli utenti, anche i meno esperti, nella ricerca e nella valutazione dello strumento agevolativo più adatto.
 

Business Plan Online

Il servizio Business Plan On line (BPOL), predisposto dall'ISMEA nell'ambito delle attività finanziate dalla Rete Rurale Nazionale (RRN), mette a disposizione un applicativo web per la compilazione guidata del business plan, secondo la metodologia sviluppata dall'ISMEA in collaborazione con l'Associazione Bancaria Italiana (ABI) e nel rispetto degli schemi Patti Chiari. L'applicativo web consente di tradurre la propria idea imprenditoriale in un documento di business plan che rispetta i requisiti minimi di un piano aziendale e consente un'analisi di fattibilità economica e finanziaria del progetto, attraverso l'uso di schemi di lettura specifici per il settore agricolo e agroalimentare.