1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Report

Homepage > Report » AgrOsserva » 2017 » I e II trimestre 2017

Contenuto della pagina

Report - AgrOsserva

I e II trimestre 2017

Sintesi della congiuntura agroalimentare

Gli indicatori economici disponibili a giugno 2017 mostrano una tendenza generalmente positiva per l'economia italiana, tanto da far rivedere al rialzo le previsioni macroeconomiche per il 2017 da parte della Banca d'Italia e del Centro Studi Confindustria: per il Pil reale si prevede una crescita tra l'1,3 e l'1,4% per l'intero anno; molto positivamente dovrebbero influire gli investimenti, che hanno ripreso a crescere dopo gli anni di crisi, e le esportazioni, che si confermano un notevole fattore di traino. Tra i motivi di rischio, invece, si evidenziano da un lato l'incertezza delle politiche economiche globali, che influenza i mercati finanziari, e dall'altro lato eventuali iniziative di protezione commerciale, che avrebbero ripercussioni sugli scambi internazionali; si sottolinea inoltre l'elevata incertezza sull'evoluzione dei prezzi delle materie prime energetiche nel prossimo futuro (cfr. Banca d'Italia, Bollettino economico n. 3, luglio 2017).
In questo quadro, il settore agricolo - chiuso il 2016 con un risultato negativo dovuto soprattutto a prezzi complessivamente in forte calo rispetto all'anno precedente, ma che mostra con la ripresa degli investimenti di essere vitale -, nel corso della prima metÓ del 2017 vede una tendenza di fondo di miglioramento dei prezzi, che lascia tuttavia alta l'incertezza a causa dell'elevata volatilitÓ dei mercati e di un andamento meteo-climatico che, dopo aver influenzato la prima metÓ dell'anno, potrebbe condizionare anche i raccolti alla fine dell'estate e in autunno. Come riflesso, peggiora il clima di fiducia delle aziende dei comparti delle coltivazioni, mentre le aziende zootecniche sono relativamente pi¨ ottimiste.
Per l'industria alimentare, sebbene le performance sia nel complesso dell'anno 2016 sia nei primi mesi del 2017 non siano risultate particolarmente brillanti in confronto a quelle dell'industria nel complesso, ci sono alcuni dati positivi da evidenziare: la crescita dell'occupazione e delle imprese, la crescita delle esportazioni che prosegue saldamente nei primi mesi del 2017, l'aumento dello stock dei prestiti alla fine del primo trimestre, rispetto a marzo dell'anno scorso.
L'aumento degli scambi con l'estero di prodotti agroalimentari, anche in entrata, Ŕ un segnale di nuovo dinamismo, considerato che l'aumento delle importazioni di materie prime e semilavorati agroalimentari pu˛ riflettere un'intensificazione dell'attivitÓ produttiva dell'intera filiera. Infine, dal lato dei consumi interni, si avvertono in primi segnali di uscita dalla crisi che aveva colpito la spesa delle famiglie per i prodotti alimentari, che finalmente segna una crescita evidente nel primo semestre rispetto all'anno precedente. Malgrado questi elementi, anche per le imprese della trasformazione alimentare, a fine giugno, non c'Ŕ ancora spazio per un recupero di ottimismo.

 
 

Altri AgrOsserva disponibili