1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Ortaggi

Homepage > Ortofrutta » Ortaggi » News e report » News mercati » 2019 » Ottobre » settimana n. 41/2019

Contenuto della pagina

Ortaggi - News mercati

il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli e agroalimentari

 

n. 26/2019 - settimana n.41, dal 7 al 13 ottobre 2019

 

Nella seconda settimana di ottobre si assiste ad una ulteriore riduzione delle produzioni in pieno campo per la conclusione della campagna  in gran parte delle piazze di riferimento. I listini  sostanzialmente stabili per pomodori e peperoni hanno invece mostrato un incremento per le zucchine e una flessione per le melanzane a fronte delle minori richieste pervenute. Si estende la raccolta per le produzioni invernali con quantitativi disponibili per il mercato in incremento. Stabile invece l'andamento  degli scambi per i prodotti di serra ad eccezione del pomodoro e delle zucchine il cui collocamento è avvenuto agevolmente e sulla base di quotazioni in rialzo  grazie ad una domanda interessata. 

 
Clicca per ingrandire
 

Mercato nazionale alla produzione

Prezzi medi settimanali

Ortaggi

ProdottoAnno-Mese-Sett.PrezzoVariaz. su Sett. Prec.Variaz. su Sett. Anno Prec.
Indivia2019-10-20,60 €/Kg71,4%118,2%
Lattuga2019-10-20,68 €/Kg4,9%-0,8%
Melanzane2019-10-20,36 €/Kg-3,4%-25,2%
Melanzane serra2019-10-20,40 €/Kg0,0%-57,9%
Patate comuni2019-10-20,44 €/Kg1,0%12,1%
Peperoni2019-10-20,68 €/Kg0,0%2,5%
Peperoni serra2019-10-20,50 €/Kg0,0%-47,4%
Pomodori2019-10-21,02 €/Kg0,1%15,1%
Pomodori serra2019-10-20,71 €/Kg9,3%-31,2%
Radicchio2019-10-20,67 €/Kg-23,1%15,9%
Sedani2019-10-20,55 €/Kg-7,6%-20,4%
Spinaci2019-10-20,76 €/Kg11,2%-14,4%
Zucchine2019-10-21,20 €/Kg26,3%20,0%
Zucchine serra2019-10-20,67 €/Kg3,1%-11,8%

nota: prodotti in serra - prezzi franco mercato alla produzione

 

Il punto sul mercato


Ortaggi a foglia: nella seconda settimana di ottobre si è osservato un rialzo dei prezzi medi all'origine per lattuga e indivia, attribuibile esclusivamente all'esordio sul mercato del prodotto proveniente dall'areale di Teramo, quotato mediamente con valori superiori rispetto ai restanti areali produttivi. Per le lattughe di origine veneta una offerta stabile unitamente ad una buona richiesta ha favorito il listino per la tipologia cappuccia, mentre per la gentile e romana l'aumento dei quantitativi offerti ha portato ad un calo delle quotazioni. Per il radicchio la settimana si è chiusa con un calo delle quotazioni medie. Sulla piazza di Avezzano la flessione è attribuibile ad una offerta giunta ormai a fine ciclo produttivo, mentre sulla piazza di Brondolo al repentino incremento dei quantitativi raccolti. Diversa la situazione nel rodigino, dove ad una offerta stabile e corrisposta una buona richiesta che ha permesso il fluido svolgimento degli scambi sulla base di quotazioni in incremento. Relativamente agli spinaci, si registra l'esordio sui mercati delle prime quote provenienti dagli areali del cesenate. I limitati quantitativi esitati sono stati agevolmente compravenduti con quotazioni di esordio in linea a quelle raggiunte lo scorso anno.

Carote: settimana positiva per le carote con quotazioni che su entrambe le piazze di scambio monitorate hanno mostrato un incremento. Le buone caratteristiche qualitative del prodotto, unitamente alle maggiori richieste pervenute, hanno permesso alla merce di essere agevolmente ceduta.

Pomodori: sempre più contenute le disponibilità di prodotto in pieno campo. In rialzo le  quotazioni per le produzioni di origine pugliese, i cui limitati quantitativi avviati sul mercato  hanno incontrato l'interesse della domanda. Di contro  un arretramento del listino è stato osservato per  lunghi verdi di provenienza napoletana a fronte di un profilo qualitativo ormai non sempre adeguato. Per le produzioni in serra,  si conferma stabile il mercato per il prodotto laziale, sia sotto il profilo degli scambi che delle quotazioni, mentre  sulla piazza di Vittoria, le buone caratteristiche qualitative del prodotto, unitamente ad una favorevole attività della domanda ha permesso il rapido svolgimento delle vendite sulla base di quotazioni in incremento, fatta eccezione per la tipologia tondo liscio i cui corsi hanno teso alla stabilità.


Peperoni: la seconda settimana di ottobre il mercato sia per le ultime quote di pieno campo che per il prodotto in serra non ha mostrato variazioni. Un generale equilibrio tra domanda ed offerta ha permesso il fluido svolgimento degli scambi sulla base di quotazioni che si sono attestate sugli stessi livelli precedentemente acquisiti.

Fagiolini: continua regolarmente la raccolta in tutti i principali areali produttivi interessati. Il mercato è risultato fluido per l'intera settimana ma i listini hanno teso al ribasso a causa dei maggiori quantitativi esitati. Solo per il prodotto di origine napoletana e veneta l'offerta è risultata in linea con la domanda e le contrattazioni si sono concluse sulla base di valore stabili. 

Melanzane: si vanno progressivamente assottigliando le quote di prodotto del pieno campo con offerta in costante calo. Per la settimana in questione si è osservato un calo delle quotazioni sulla piazza di Cosenza dove la maggiore presenza sul mercato delle produzioni di serra ha limitato le vendite. Si conferma in flessione il listino per la tipologia tonda sulla piazza di Lecce a fronte dei minori quantitativi richiesti. In tutti i restanti areali produttivi si è osservato un generale equilibrio tra domanda ed offerta e le quotazioni sono rimaste pressoché stabili.  

Zucchine: sempre più contenuta l'offerta del prodotto in pieno campo, circoscritta al solo areale cuneese. Le ultime disponibilità esitate sui mercati hanno trovato rapido collocamento sulla base di quotazioni in netto incremento. Per il prodotto in serra invece una generale stabilità delle quotazioni è stata rilevata per le produzioni laziali mentre sulla piazza di Vittoria una migliore intonazione della domanda ha permesso al listino di beneficiare di rialzi.

Patate: la settimana si è conclusa con un lieve aumento dei prezzi medi all'origine, imputabile esclusivamente all'assestamento al rialzo osservato sulla piazza di Avezzano.  In tutti i restanti areali produttivi si è osservato un generale equilibrio tra domanda ed offerta e le quotazioni sono rimaste pressoché stabili.  

Cavolfiori: la settimana per i cavolfiori si è conclusa con un incremento delle quotazioni medie. Ciò da imputare all'andamento teso al rialzo osservato sulla piazza di Brindisi, dove le temperature al di sopra della media del periodo, hanno continuato a rallentare il regolare sviluppo del corimbo. I limitati quantitativi esitati sui mercati, hanno trovato rapido collocamento grazie ad una domanda interessata. Quotazioni analoghe a quelle della scorsa rilevazione per il prodotto scambiato sulla piazza di Napoli, Agrigento e nel rodigino. In settimana inoltre si registra l'ingresso sui mercati delle prime quote di origine teramana, il cui collocamento è avvenuto sulla base di quotazioni di esordio, in incremento rispetto allo scorso anno. 

Finocchi: In calo le quotazioni dei finocchi. Tale andamento è attribuibile esclusivamente all'andamento del mercato sulla piazza di Rovigo dove all'incremento dell'offerta è corrisposta una costante attività della domanda e le contrattazioni si sono concluse sulla base di prezzi tesi al ribasso. Sulle piazze pugliesi si è osservato un generale equilibrio tra domanda ed offerta e le quotazioni non hanno subito variazione di rilievo. 

Carciofi: prosegue negli areali foggiani la raccolta del prodotto con quantitativi in progressivo aumento. All'incremento dell'offerta non è corrisposto l'interesse della domanda, quale conseguenza  delle alte temperature di questo periodo che ne limitano il consumo.  In tale contesto le contrattazioni concluse si sono svolte sulla base di quotazioni in calo.

 
 
FusionCharts
 
FusionCharts
 

Prezzi medi per piazza

Ortaggi

PiazzaAnno-Mese-Sett.PrezzoVariaz. su Sett. Prec.Variaz. su Sett. Anno Prec.
Agli - ns
Avellino2019-10-22,50 €/Kg0,0%-9,1%
Caserta2019-10-22,10 €/Kg0,0%-27,6%
Ferrara2019-10-21,43 €/Kg0,0%-12,3%
Piacenza2019-10-21,78 €/Kg1,4%26,8%
Rovigo2019-10-22,80 €/Kg7,7%-6,7%
Carciofi - Tipo catanese
Foggia2019-10-20,48 €/Capolino-13,6%90,0%
Carote - ns
Avezzano2019-10-20,20 €/Kg25,0%17,6%
Ferrara2019-10-20,24 €/Kg29,7%-9,4%
Cavolfiori - ns
Agrigento2019-10-20,65 €/Kg0,0%0,0%
Brindisi2019-10-20,93 €/Kg8,8%-15,9%
Napoli2019-10-20,50 €/Kg0,0%-33,3%
Rovigo2019-10-21,00 €/Kg0,0%11,1%
Taranto2019-10-20,85 €/Kgnd-10,5%
Teramo2019-10-20,75 €/Kgnd30,4%
Cetrioli - ns
Latina2019-10-20,23 €/Kg0,0%-18,2%
Cetrioli serra - ns
Vittoria2019-10-20,25 €/Kg-28,6%-66,7%
Cipolle - Dorate di parma
Piacenza2019-10-20,23 €/Kg0,0%-41,6%
Cipolle - Tonde bianche
Alessandria2019-10-20,38 €/Kg0,0%-21,1%
Bologna2019-10-20,34 €/Kg0,0%-16,3%
Piacenza2019-10-20,35 €/Kg0,0%-6,7%
Ravenna2019-10-20,48 €/Kg0,0%-24,0%
Cipolle - Tonde gialle
Alessandria2019-10-20,21 €/Kg0,0%-39,7%
Bologna2019-10-20,28 €/Kg0,0%-16,7%
Piacenza2019-10-20,24 €/Kg0,0%-37,3%
Ravenna2019-10-20,43 €/Kg0,0%-24,8%
Verona2019-10-20,32 €/Kg0,0%-14,7%
Cipolle - Tonde rosse
Alessandria2019-10-20,38 €/Kg0,0%-21,1%
Bologna2019-10-20,35 €/Kg0,0%-12,5%
Piacenza2019-10-20,38 €/Kg0,0%0,0%
Ravenna2019-10-20,48 €/Kg0,0%-24,0%
Fagiolini - Boby autunnale
Cesena2019-10-20,33 €/Kg-3,0%-11,0%
Cuneo2019-10-21,35 €/Kg-6,9%17,4%
Ferrara2019-10-20,65 €/Kg0,0%-7,1%
Napoli2019-10-22,30 €/Kg0,0%84,0%
Salerno2019-10-21,55 €/Kg-8,8%0,0%
Verona2019-10-22,00 €/Kg0,0%100,0%
Finocchi - ns
Bari2019-10-21,03 €/Kg0,0%13,9%
Brindisi2019-10-20,98 €/Kg0,0%25,8%
Rovigo2019-10-21,00 €/Kg-28,6%42,9%
Taranto2019-10-20,93 €/Kg0,0%27,6%
Indivia - Riccia/Scarola
Latina2019-10-20,35 €/Kg0,0%27,3%
Teramo2019-10-20,85 €/Kgndnd
Lattuga - Cappuccia
Cesena2019-10-20,85 €/Kg0,0%30,8%
Latina2019-10-20,30 €/Kg0,0%-14,3%
Rovigo2019-10-20,65 €/Kg8,3%-18,8%
Teramo2019-10-20,85 €/Kgnd0,0%
Lattuga - Gentile
Cesena2019-10-21,00 €/Kg5,3%38,9%
Latina2019-10-20,35 €/Kg0,0%7,7%
Rovigo2019-10-20,50 €/Kg-16,7%-28,6%
Teramo2019-10-20,90 €/Kgnd5,9%
Lattuga - Iceberg
Cesena2019-10-20,95 €/Kg0,0%-17,4%
Latina2019-10-20,55 €/Kg0,0%0,0%
Rovigo2019-10-20,80 €/Kg0,0%nd
Teramo2019-10-20,90 €/Kgnd0,0%
Lattuga - Romana
Cesena2019-10-20,85 €/Kg0,0%36,0%
Latina2019-10-20,28 €/Kg0,0%0,0%
Rovigo2019-10-20,60 €/Kg-14,3%0,0%
Siracusa2019-10-20,53 €/Kgnd-12,5%
Teramo2019-10-20,70 €/Kgnd-12,5%
Melanzane - Lunghe
Cosenza2019-10-20,23 €/Kg-18,2%nd
Latina2019-10-20,28 €/Kg0,0%0,0%
Napoli2019-10-20,35 €/Kg0,0%0,0%
Salerno2019-10-20,45 €/Kg0,0%-18,2%
Melanzane - Ovali
Latina2019-10-20,28 €/Kg0,0%0,0%
Melanzane - Tonde
Brindisi2019-10-20,53 €/Kg0,0%-32,3%
Cosenza2019-10-20,25 €/Kg-16,7%nd
Latina2019-10-20,28 €/Kg0,0%0,0%
Lecce2019-10-20,63 €/Kg-3,8%-30,6%
Salerno2019-10-20,35 €/Kg0,0%-22,2%
Melanzane serra - Lunghe
Vittoria2019-10-20,25 €/Kg0,0%nd
Melanzane serra - Tonde
Vittoria2019-10-20,55 €/Kg0,0%-42,1%
Patate comuni - ns
Avezzano2019-10-20,38 €/Kg8,6%18,8%
Bologna2019-10-20,39 €/Kg0,0%28,3%
Cosenza2019-10-20,35 €/Kg0,0%-6,7%
Ferrara2019-10-20,53 €/Kg0,0%0,0%
Verona2019-10-20,38 €/Kg0,0%31,0%
Viterbo2019-10-20,55 €/Kg0,0%-4,3%
Peperoni - Colorati
Latina2019-10-20,50 €/Kg0,0%-28,6%
Napoli2019-10-20,90 €/Kg0,0%63,6%
Salerno2019-10-20,65 €/Kg0,0%-13,3%
Peperoni serra - Colorati
Vittoria2019-10-20,75 €/Kg0,0%-21,1%
Peperoni serra - Verdi
Vittoria2019-10-20,25 €/Kg0,0%nd
Pomodori - Ciliegini
Latina2019-10-20,95 €/Kg0,0%18,7%
Pomodori - Costoluti
Foggia2019-10-21,00 €/Kg5,3%-4,8%
Lecce2019-10-21,18 €/Kg6,8%-4,1%
Pomodori - Lunghi verdi
Foggia2019-10-21,13 €/Kg7,1%28,6%
Lecce2019-10-21,23 €/Kg2,1%14,0%
Napoli2019-10-20,70 €/Kg-22,2%27,3%
Pomodori - Tipo S.Marzano da sugo
Napoli2019-10-20,90 €/Kg0,0%100,0%
Pomodori - Tipo S.Marzano insalataro
Napoli2019-10-20,75 €/Kg0,0%15,4%
Salerno2019-10-20,75 €/Kg0,0%-6,3%
Pomodori - Tondo liscio
Foggia2019-10-21,40 €/Kg3,7%21,7%
Lecce2019-10-21,53 €/Kg3,4%7,0%
Napoli2019-10-20,70 €/Kg0,0%55,6%
Pomodori serra - Ciliegini
Vittoria2019-10-21,35 €/Kg8,0%-18,2%
Pomodori serra - Tondi lisci
Latina2019-10-20,45 €/Kg0,0%-10,0%
Vittoria2019-10-20,28 €/Kg0,0%nd
Pomodori serra - Tondi lisci rossi a grappolo
Latina2019-10-20,45 €/Kg0,0%-30,8%
Vittoria2019-10-21,00 €/Kg25,0%-23,1%
Radicchio - Tipo Chioggia
Avezzano2019-10-20,50 €/Kg-23,1%0,0%
Radicchio - Tipo Chioggia Autunnale
Brondolo2019-10-20,40 €/Kg-57,9%-11,1%
Rovigo2019-10-21,10 €/Kg10,0%83,3%
Sedani - Da costa verdi
Bari2019-10-20,65 €/Kg-7,1%-21,2%
Cagliari2019-10-20,80 €/Kg0,0%-5,9%
Foggia2019-10-20,53 €/Kg-12,5%-32,3%
Latina2019-10-20,30 €/Kg0,0%-7,7%
Rovigo2019-10-20,45 €/Kg-18,2%-30,8%
Spinaci - Ricci
Cesena2019-10-21,05 €/Kgnd0,0%
Latina2019-10-20,55 €/Kg0,0%22,2%
Livorno2019-10-20,70 €/Kgndnd
Roma2019-10-20,55 €/Kg0,0%22,2%
Teramo2019-10-20,95 €/Kg0,0%-5,0%
Zucchine - Chiare
Cuneo2019-10-21,40 €/Kg12,0%27,3%
Zucchine - Scure
Cuneo2019-10-21,00 €/Kg53,8%11,1%
Zucchine serra - Romanesche
Latina2019-10-20,90 €/Kg0,0%-18,2%
Roma2019-10-20,90 €/Kg0,0%-18,2%
Zucchine serra - Scure
Latina2019-10-20,45 €/Kg0,0%-5,3%
Roma2019-10-20,45 €/Kg0,0%-5,3%
Vittoria2019-10-20,65 €/Kg18,2%0,0%

 
 

Archivio News mercati ortaggi

 

Ismea - Area Mercati
Servizio di rilevazione dei prezzi certificato qualità UNI EN ISO 9001

contattaci