1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Report

Homepage > Report » AgriMercati » 2019 » III trimestre 2019

Contenuto della pagina

Report - AgrOsserva

III trimestre 2019

Sintesi della congiuntura agroalimentare

Anche nel terzo trimestre 2019 le tensioni internazionali hanno continuato a dominare lo scenario. Le incertezze dovute alla Brexit si aggiungono ad altre preoccupazioni: le turbolenze geopolitiche per la crisi in Argentina e Venezuela, gli attacchi terroristici alla produzione petrolifera, il rallentamento cinese e le politiche protezionistiche. In particolare, i nuovi dazi degli USA e il conseguente rischio di contromisure da parte delle nazioni colpite incidono negativamente sul commercio. Data l'interdipendenza tra paesi per le catene globali del valore, questi fenomeni rischiano di far protrarre nel medio periodo il rallentamento della domanda mondiale in atto. Nei primi otto mesi del 2019 i volumi di merci scambiati a livello globale hanno segnato un -0,4% sui livelli dello stesso periodo del 2018 (cfr. Central Planning Bureau).L'Eurozona sta attraversando una fase di rallentamento pi¨ marcato, con il PIL che dovrebbe segnare un +1,2% su base annua nel terzo trimestre 2019 (dopo il +1,6% e il +1,2% dei trimestri precedenti) secondo le previsioni dello Eurozone Economic Outlook (EZO) elaborate dall'Istat, dall'Istituto di studi e previsione economica tedesco IFO e dall'Istituto svizzero KOF. Il rapporto indica che la debole dinamica delle esportazioni accentua lo sfasamento di crescita tra il settore manifatturiero e quello dei servizi, al momento pi¨ resistente alle problematiche internazionali: la produzione manifatturiera dell'Eurozona Ŕ, infatti, attesa in flessione dell'1,9% su base annua nel terzo trimestre. In questo contesto l'economia italiana risulta pi¨ esposta per la maggiore debolezza rispetto agli altri partner europei. La stima preliminare del PIL diffusa dall'Istat per il terzo trimestre 2019 Ŕ + 0,1% rispetto al trimestre precedente e + 0,3% in termini tendenziali.Il terzo Ŕ un trimestre importante per l'agricoltura nazionale; oltre il 36% del valore aggiunto complessivamente creato dal settore, infatti, si concentra in questo periodo, visto che tra luglio e settembre hanno luogo eventi importanti come l'avvio della vendemmia, i raccolti del frumento, della frutta estiva e del pomodoro da industria. E soprattutto le dinamiche che hanno riguardato questi settori hanno determinato una chiusura del trimestre all'insegna di un calo della fiducia degli agricoltori, sia rispetto al trimestre precedente, che rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Anche le stime preliminari dell'Istat prevedono nel terzo trimestre un calo congiunturale del valore aggiunto. 

 
 

Altri AgrOsserva disponibili