1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Ismea Mercati
Home > Olio d'oliva > News e report > Report > n.2/2022 - stime produttive 2022-23
Contenuto della pagina

Tendenze - Olio di oliva - stime produttive 2022-23

n.2/2022 - Novembre 2022

Annata di scarica e siccità fanno scendere la produzione italiana di olio di oliva del 37%

Ismea, in collaborazione con Italia Olivicola e Unaprol, stima per la campagna 2022/23 una produzione olivicola pari a 208 mila tonnellate: -37% rispetto alle 329 mila tonnellate della campagna precedente. Ad influire sulla produzione, oltre agli innumerevoli problemi climatici che si sono presentati durante tutte le fasi vegetative, Ŕ stato soprattutto il fatto che in molte aree a pi¨ alta vocazione olivicola l'annata era giÓ di scarica seguendo il naturale calendario dell'alternanza.

DisponibilitÓ in decisa flessione anche a livello internazionale. In Spagna le prime stime parlano di un calo dell'attuale campagna produttiva dal 30 al 50%rispetto a 1,4 milioni di tonnellate dello scorso anno. Tra i primi Paesi produttori si stima che solo la Grecia possa superare i livelli pro-duttivi dello scorso anno portandosi sopra le 300 mila tonnellate, volume che le permetterebbe di superare l'Italia e di essere per quest'anno il secondo produttore mondiale. Fuori dai confini co-munitari anche per la Tunisia si profila un'annata di scarica con una flessione intorno al -25%.

 
 

Ultimi rapporti pubblicati