1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Ismea Mercati
Home > Biologico > News e report > Ultime dal settore > 2024 > Nel biologico l'inflazione morde di meno: +5,2% la spesa; +0,2% i volumi nel 2023
Contenuto della pagina

Bio - Ultime dal settore

Roma, 26 marzo 2024

Nel biologico l'inflazione morde di meno: +5,2% la spesa; +0,2% i volumi nel 2023

La spesa bio nel circuito domestico ha sfiorato, nel 2023, il valore di 3,9 miliardi di euro, con un incremento sul 2022 del 5,2% che rafforza la tendenza giÓ avviata l'anno precedente, dopo lo stop de 2021. Rispetto all'agroalimentare complessivo, che ha chiuso l'anno con un pi¨ 8,1% in valore e -1,1% in volume, sottolinea ISMEA nel report appena pubblicato, gli acquisti bio tengono anche nei quantitativi (+0,2%), registrando rincari a scaffale pi¨ contenuti.

Pi¨ nel dettaglio, il confronto con la dinamica generale mette in luce, per quasi tutte le categorie, una crescita della spesa pi¨ attenuata per il bio, con particolare riferimento all'ortofrutta, ai derivati dei cereali e alle uova. Tassi di crescita pi¨ sostenuti si evincono tuttavia per alcune categorie, in particolare per oli e grassi vegetali, miele e vini, mentre Ŕ negativa la dinamica della spesa bio relativa a carni e salumi.

 A livello territoriale, gli acquisti di alimenti e bevande biologiche restano fortemente sbilanciati, mostrando un'incidenza del 61,4% nelle regioni nord Italia, riconducibile soprattutto alla spinta del Nord-Ovest. Cresce il ruolo del Mezzogiorno, con oltre il 12% di quota, grazie anche al rafforzamento e una migliore strutturazione dell'offerta da parte della grande distribuzione.

Iper e supermercati si confermano, nel loro insieme, il principale canale di approvvigionamento di prodotti biologici, veicolando il 64,6% delle vendite, quasi un punto percentuale in pi¨ rispetto al 2022 a cui si aggiunge un altro 14,1% dei discount.  Perdono invece ancora terreno i negozi tradizionali, con due punti in meno rispetto al 2022 sia in volume sia in valore. Da rilevare, tuttavia, l'importanza del ruolo nel settore degli specializzati, che si confermano il canale pi¨ apprezzato dai consumatori sul circuito del fresco, grazie alla percezione di maggiore garanzia di qualitÓ rispetto a queste referenze.    

 
 

 

Ultime dal settore