1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Ismea Mercati
Home > Carni > Carne bovina > News e report > Ultime dal settore > 2013 > Marzo > UE-27: produzione di carne ovicaprina in calo nei prossimi due anni
Contenuto della pagina

Ovicaprini - Ultime dal settore

UE-27: produzione di carne ovicaprina in calo nei prossimi due anni

Roma, 13 marzo 2013

Le consistenze di ovini e caprini continuano a ridursi nell'Unione Europea, in base all'indagine sul patrimonio di dicembre 2012, sebbene a un ritmo pi¨ rallentato rispetto agli anni precedenti (-0,3% nel 2012 contro il -1,9% del 2011). Questo trend dovrebbe tradursi in una contrazione della produzione di carne nel 2013 (-1,7%) e in misura ancora pi¨ significativa nel 2014 (-3,5%): Ŕ quanto emerge dalle previsioni di breve periodo recentemente divulgate dalla DG Agricoltura della Commissione Europea.

La ridotta offerta nel mercato interno dovrebbe mantenere i prezzi comunitari su livelli piuttosto elevati; tuttavia  la ripresa della produzione in Nuova Zelanda, potrebbe comportare una crescita significativa delle importazioni di carni ovicaprine nel prossimo biennio, con una previsione del +4% per il 2013 e del +8% circa nel 2014. Considerando la scarsa importanza dell'export, stimato in circa 27.000 tonnellate nel 2013, il consumo comunitario di carne ovina e caprina dovrebbe diminuire dell'1% all'anno facendo stabilire il consumo pro capite al livello di 2,1 kg.

 
 

Bilancio di approvvigionamento della carne ovina e caprina nell'UE-27(000 tonnellate peso morto)

 
 

Ultime dal settore