1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Ismea Mercati
Home > Lattiero caseari > Latte e derivati bovini > News e report > Ultime dal settore > 2016 > L'export motore della ripresa per il mercato lattiero caseario comunitario nel biennio 2016-17
Contenuto della pagina

Latte e derivati bovini - Ultime dal settore

L'export motore della ripresa per il mercato lattiero caseario comunitario nel biennio 2016-17

Bruxelles, 26 luglio 2014

Il rallentamento della crescita economica mondiale, in particolare dei paesi emergenti, contribuisce ad un declino generale persistente dei prezzi delle commodity (incluso il petrolio) e il leggero apprezzamento dell'Euro nei confronti del Dollaro americano assottiglia il vantaggio competitivo dell'Unione Europea nel mercato mondiale. ╚ il contesto macroeconomico delineato dalla Commissione Europea nella definizione delle previsioni a breve termine per le commodity agricole (seminativi, lattiero caseari e carni).

In particolare, per quanto riguarda il settore lattiero caseario, nel 2016 la DG Agri stima un livello delle consegne UE di latte superiore rispetto al 2015 (+1,4%), con il conseguente aumento delle scorte di latte scremato in polvere e un allungamento della fase caratterizzata da livelli bassi dei prezzi alla stalla. Tuttavia, i prezzi di alcuni prodotti lattiero caseari (burro in primis) hanno cominciato a mostrare segnali di ripresa a partire dal mese di maggio, grazie a un ribilanciamento del mercato generato dalla vivacitÓ della domanda Cinese e Statunitense che si evidenzia anche nel trend fortemente crescente - attuale e stimato - delle esportazioni comunitarie di burro, formaggi e latte a lunga conservazione.

 

Export UE di prodotti lattiero caseari: outlook 2016-17

Fonte: DG Agri Commissione UE - Short Term Outlook for EU arable crops, dairy and meat markets (Summer 2016)

 
 

Ultime dal settore